Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Gestione idrica trasparente

Parte la campagna sulla qualità dell’acqua di Gori


.

Parte la campagna sulla qualità dell’acqua di Gori
10/03/2012, 12:03

POMIGLIANO D’ARCO - “100% garantita”: questo lo slogan con cui GORI ha presentato la campagna sulla qualità dell'acqua che distribuisce nei 76 comuni in cui gestisce il servizio idrico integrato. All’evento hanno preso parte, tra gli altri, il presidente della giunta regionale, Stefano Caldoro, l’assessore regionale all'Ambiene Giovanni Romano e l’amministratore delegato di GORI, Giovanni Paolo Marati. La conferenza si è tenuta a Pomigliano d’Arco presso la sede del Laboratorio che per dimensioni e mole delle analisi effettuate può senz'altro essere considerato uno dei maggiori del Centro-Sud. GORI, pertanto,fornisce alla popolazione residente nell’ATO 3 una doppia garanzia: gli oltre centomila controlli l’anno effettuati sull'intero territorio e la qualità del Laboratorio, che ha recentemente raggiunto il massimo traguardo in materia di certificazione. A margine della presentazione della campagna è stata effettuata una visita del Laboratorio alla quale oltre al Presidente della Regione, Stefano Caldoro, e all’assessore all’Ambiente, Giovanni Romano, hanno partecipato alcuni sindaci dell’ATO 3, il presidente dell’Ente d’Ambito, Carlo Sarro, l’amministratore delegato del gruppo ACEA, Marco Staderini ed il direttore generale, Paolo Gallo. Nel corso dell’iniziativa è stata anche effettuata una degustazione di acqua proveniente da 12 diversi comuni del territorio gestito da GORI. “Oggi - spiega l’assessore regionale all’Ambiente, Giovanni Romano - è stata messa in atto una grande operazione verità verso i cittadini dell’ATO 3. GORI è una delle più importanti realtà industriali della nostra Regione e l’ATO 3 è l’unico Ambito che ha dato attuazione alla Legge Galli. In relazione alla campagna sulla qualità, va sottolineato che una famiglia che beve acqua del rubinetto anziché quella in bottiglia, riceve senz’altro un notevole vantaggio economico e contemporaneamente aiuta l’ambiente, diminuendo la produzione di plastica”.

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©