Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Partita la campagna elettorale di PCIML


Partita la campagna elettorale di PCIML
28/01/2013, 12:21

Il Partito Comunista Italiano Marxista-Leninista, presente in Campania con una propria lista di candidati per il rinnovo del Senato, ha ufficialmente aperto la campagna elettorale sull’isola d’Ischia, presso la Sede nazionale del Partito. Nel corso della sua relazione introduttiva, il capolista Domenico Savio ha toccato tutti i principali punti programmatici sottolineando che il suo Partito in Parlamento per far fronte al continuo impoverimento del popolo italiano si batterà per la nazionalizzazione delle banche e delle grandi aziende, per il blocco dei licenziamenti, per il ripristino dell’ex art. 18 dello Statuto dei Lavoratori, per la riduzione dell’orario di lavoro e per l’abbassamento dell’età pensionabile, per il potenziamento dei servizi sociali a partire dalla scuola pubblica e dalla sanità, contro la privatizzazione dell’acqua, del trasporto pubblico marittimo e terrestre e contro gli abbattimenti delle case di necessità. A Domenico Savio abbiamo chiesto perché i lavoratori e le popolazioni campane, così come ha dichiarato nella relazione introduttiva, non devono votare per il PD, SEL, Rivoluzione Civile e gli altri partiti che si definiscono di sinistra. “Perché sono partiti borghesi, capitalistici e lo hanno dimostrato quando con Rifondazione comunista hanno governato l’Italia favorendo gli interessi della classe capitalistica contro quelli della classe lavoratrice. I lavoratori continuando a votare questi partiti non potrebbero che peggiorare le loro condizioni di vita”, ha dichiarato Savio.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©