Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Passariello: "Solidarietà a Don Mario Ziello"


Passariello: 'Solidarietà a Don Mario Ziello'
30/11/2009, 15:11


NAPOLI - “E’ vergognoso quello che racconta oggi, sulle pagine del Mattino, don Mario Ziello – ha commentato Luciano Passariello, presidente della Commissione anticamorra – ma è anche il segno dei tempi, di una criminalità che ormai non ha più nessuna remora. Chiedere i soldi ad una chiesa, in specie una di frontiera, come quella dei quartieri spagnoli di Napoli, dove già semplicemente sopravvivere è difficile, è davvero un atto indegno. La mia piena solidarietà a don Mario, e tutta la mia disponibilità istituzionale ed umana.”
“Tuttavia in questi giorni – ha proseguito Passariello – stiamo anche assistendo a tentativi, lodevoli, di alcune amministrazioni comunali di interrompere la vecchia usanza delle luminarie a pagamento per i commercianti, facendo intervenire direttamente i comuni. Attenzione però a chi saranno le ditte a cui sarà affidato il lavoro. Non vorremmo che nel tentativo di infliggere un colpo economico alla criminalità locale, si finisse per “legalizzare” qualche società che di questa attività rende conto proprio ai delinquenti. A mio avviso i Sindaci dovrebbero, un attimo prima di assegnare il lavoro, chiedere al Prefetto un intervento urgente di verifica dei certificati camerali. Noi come Commissione anticamorra, siamo assolutamente disponibili ad organizzare un incontro tra i Sindaci, il Prefetto e le forze dell’Ordine”.
“Infine – ha concluso Passariello – voglio invitare ufficialmente in Commissione la signore Fucito per riferire quanto la preoccupa viste le sue ultime dichiarazioni circa il fatto che tanti politici fanno il doppio gioco con la camorra.. Comunque, da cittadino, la invito a recarsi subito presso la Procura, per denunciare, con nomi e cognomi, quanto anticipato sui giornali. E’ ora che tutti capiscono che la lotta alla camorra non si fa in stile Saviano, ma dando il proprio contributo a chi ogni giorno nelle Istituzioni, lavora e rischia la vita. Io sarò al suo fianco, in questa ed in tutte le battaglie che si affronteranno, senza alcuna esitazione”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©