Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

PATENTE RITIRATA A GAY, MINISTERI RICORRONO CONTRO RISARCIMENTO


PATENTE RITIRATA A GAY, MINISTERI RICORRONO CONTRO RISARCIMENTO
12/10/2008, 17:10

L'avvocatura dello Stato ricorre contro la sentenza che ha condannato i ministeri della Difesa e dei Trasporti a risarcire Danilo Giuffrida. Nei confronti del 26enne fu avviato l'iter di sospensione della patente per "disturbo dell'identità sessuale" dopo che alla visita di leva aveva rivelato di essere gay. Giuffrida presentò ricorso davanti al Tar di Catania che sospese il provvedimento della Motorizzazione, osservando che l'omosessualità "non può considerarsi una malattia psichica". L'Avvocatura fa leva sull'incompetenza a decidere, sul caso, di Roma.  L'avvocato di Giuffrida è invece intenzionato a chiedere 500mila euro ai ministeri. E ha poi ironizzato su quello della Difesa, dicendosi fiducioso in un pignoramento eventuale di qualche carro armato.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©