Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ma la nave non è in avaria. Si è solo riparata dai venti

Paura al Giglio: mercantile fermo a 500 metri dalla costa


Paura al Giglio: mercantile fermo a 500 metri dalla costa
13/04/2012, 12:04

ISOLA DEL GIGLIO – Inizialmente si credeva fosse una nave in avaria, ma per fortuna si è poi appreso che è ferma solo per il mare mosso. Paura e preoccupazione all’isola del Giglio, dove una nave merci con bandiera russa, poco prima delle 7 di questa mattina, si è fermata a circa 500 metri al largo dell’isola, dalla parte opposta rispetto a dove è naufragata la Costa Concordia. Il pensiero è subito andato al tragico episodio della Concordia, ancora accasciata nei pressi dell’isola, soprattutto perché la voce iniziata a circolare era che si trattasse di una petroliera, per di più fermatasi li perché in panne. Le parole dell’ammiraglio Dell’Anna, comandate della direzione marittima di Livorno, sono però riuscite a far tirare un sospiro di sollievo: la nave si è semplicemente messa a ridosso, ovvero vicino alla costa, per evitare il mare mosso e il vento in condizioni considerate avverse per la navigazione. Il comandante della nave russa avrebbe deciso quindi di trovare riparo a circa mezzo chilometro dalla costa sud-est dell’isola, in attesa di affrontare il mare aperto con condizioni meteorologiche migliori in vista della traversata verso Oristano, destinazione finale del cargo.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©