Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Un altro immigrato irregolare vittima della paura della Lega

Pavia: ha paura di essere denunciato e non si cura; ricoverato per peritonite


Pavia: ha paura di essere denunciato e non si cura; ricoverato per peritonite
10/04/2009, 13:04

C'è un altro caso (siamo a 4 in poco più di un mese) di un immigrato regolare che ha delle complicanze a causa del clima anti immigrati che si respira. Questa volta è toccato ad un ragazzo di 21 anni, proveniente dalla Bolivia, che è ricoverato presso l'ospedale di Pavia per una peritonite ed è in prognosi riservata, dallo scorso 28 marzo. Il ragazzo poteva andare in ospedale a curarsi al momento in cui sono sopraggiunti i primi sintomi di malessere, ma ha avuto paura di essere denunciato, in quanto è un extracomunitario irregolare.
Prima di lui già ci sono stati altri 3 casi: una prostituta nigeriana morta per tubercolosi a Bari, perchè aveva avuto paura ad andare in ospedale per curarsi; una ragazza ivoriana che è stata denunciata a Napoli come irregolare dopo il parto in ospedale; ieri un giovane senegalese è stato arrestato ed espulso dopo essere andato agli Spedali Civili di Brescia per farsi curare un ascesso. Le associazioni sindacali spesso mandano messaggi tranquillizzanti agli irregolari, invitandoli ad andare negli ospedali a curarsi. Ma l'atmosfera fa paura agli immigrati, e quindi difficile che si fidino.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©