Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Pedofilia, don Di Noto (meter): “fenomeno inarrestabile e violento”


Pedofilia, don Di Noto (meter): “fenomeno inarrestabile e violento”
20/11/2012, 13:26

Avola (Sr), 19 novembre 2012 --- “Non dobbiamo e mai possiamo tacere e abbassare la guardia. La pedocriminalità esiste e la tortura dei bambini – oggetti erotici di perversi giochi sessuali, fino alla morte – è la punta estrema di un fenomeno trasversale qual è la pedofilia, in tutte le sue manifestazioni che non utilizzano solo in web conosciuto, ma il “deep web”, conosciuto da pochi ma utilizzato da milioni di utenti per scopi illeciti e criminali. 90.000 siti pedopornografici e pedofili denunciati da Meter testimoniano questo triste e drammatico fenomeno”.

 Don Fortunato Di Noto, fondatore di Meter onlus (www.associazionemeter.org) principale associazione italiane che opera a livello mondiale contro la pedofilia e gli abusi sessuali sui bambini, commenta così la notizia dell’operazione di oggi contro la pedofilia del Compartimento di Polizia Postale della Campania che ha portato a 10 arresti e il sequestro di una mole ingenti di file pedopornografici, anche con bambini torturati e uccisi dopo i rapporti sessuali.

 La pedocriminalità è la nuova sfida, pericolosa, che nessuno può pensare di sottovalutarla. Il 21 novembre p.v. alle ore 16 presso la Presidenza  Camera dei deputati, con Fini, Beretta, Abete,  Petrucci,  Mario Campanella e  Don Fortunato Di Noto sarà presentata la prima giornata di calcio contro la pedofilia proposta da don Di Noto  e Campanella e accolta dalla Lega Calcio Serie A (XIV giornata di campionato, 24, 25, 26 novembre) per sensibilizzare l’opinione pubblica e sostenere Meter nei progetti a tutela dell’infanzia. Per il sacerdote siciliano: "Anche solo andare in curva vuol dire, nella prossima giornata di campionato, dare un calcio all'abuso. Invito tutti a partecipare - anche solo in spirito - alla XIV giornata del campionato di Serie A", conclude.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©