Cronaca / Sesso

Commenta Stampa

Pedofilia: la bimba vittima di abusi fu allontanata dalla nonna


Pedofilia: la bimba vittima di abusi fu allontanata dalla nonna
26/02/2009, 21:02

La bambina che nel 2006 denunciò gli abusi sessuali da parte di Pasquale Modestino, l’uomo arrestato ieri per lo stupro di un dodicenne a Napoli, venne allontanata dalla casa della nonna a Caivano e da allora non vi ha fatto più ritorno. Il provvedimento venne messo in atto dai servizi sociali del Comune napoletano dopo le dichiarazioni della stessa bambina, all’epoca sei anni, che indicò come colpevole il convivente della nonna.

Da quella casa, riferiscono i servizi sociali di Caivano, vennero allontanate la bambina e la madre, che hanno poi svolto un percorso di assistenza che ha previsto anche un supporto psicologico per la bambina. Da allora la bimba non ha più avuto contatti con la nonna. I servizi sociali in passato hanno più volte visitato la casa della convivente di Modestino, per verificare che la bambina non frequentasse l’uomo.

Sull’arresto di Modestino è intervenuto Pippo Papaccioli, sindaco di Caivano: “Una volta acclarate le responsabilità le pene devono essere certe, - ha detto, - non è possibile consentire che chi è colpevole di queste azioni possa agire a piede libero”.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©