Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Dal porto di Gioia Tauro droga passava con aiuto finanzieri

Pentito accusa Guardia di finanza


Pentito accusa Guardia di finanza
03/02/2012, 21:02

REGGIO CALABRIA - La cosca Pesce di Rosarno era in grado di farsi spedire 3-400 chili tra eroina e cocaina ogni settimana, dal porto di Gioia Tauro, anche grazie alla collaborazione di alcuni finanzieri compiacenti. A dirlo è stato il collaboratore di giustizia Salvatore Facchinetti, ex affiliato alla cosca, che è stato sentito nel processo ai presunti affiliati alla cosca. L'udienza si svolge davanti ai giudici del tribunale di Palmi (Reggio Calabria).

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©