Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

PENTITO RIVELA: “L’ATTORE DI "GOMORRA" SPACCIAVA DROGA”


PENTITO RIVELA: “L’ATTORE DI 'GOMORRA' SPACCIAVA DROGA”
03/07/2008, 17:07

Ad ulteriore riprova di quanto il film si propone di illustrare - il controllo pervasivo della camorra su ogni aspetto della città - giungono le dichiarazioni di un pentito: "Vedendo il film "Gomorra" ho riconosciuto in un attore, quello che all'inizio del film commette un omicidio all'interno di un centro abbronzante, un uomo che nel passato ha lavorato con me". Lo ha dichiarato, il 24 giugno scorso, in un interrogatorio davanti al pm della Dda di Napoli Luigi Cannavale, Antonio Prestieri, un pentito che sta facendo rivelazioni in particolare sui traffici di stupefacenti a Secondigliano e Scampia, alla periferia nord di Napoli. In seguito a tale rivelazione i carabinieri hanno identificato la comparsa e perquisito la sua abitazione. Una perquisizione che non ha dato esito. Prestieri aveva poi precisato: "Questa persona era chiamata da me Totore e, all'interno della piazza di spaccio del lotto P, era incaricato di passare i pacchettini con le dosi di cocaina ai vari spacciatori". Una attività che "era effettuata nelle ore serali perché prima vi era un ragazzo che copriva l'intero arco della mattina e del pomeriggio". "Totore - ha ricordato poi il collaboratore di giustizia - ha lavorato con me per circa un anno, a cavallo tra il 2006 e il 2007. In qualche occasione ha anche svolto l'attività di spacciatore. E' stato "assunto" da mio cugino e io già lo conoscevo come persona seria ovvero come padre di famiglia e soggetto che non si drogava".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©