Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Rete idrica al collasso: cittadini agguerriti

Per giorni senza acqua, il grido di Giugliano


Per giorni senza acqua, il grido di Giugliano
19/06/2010, 12:06

GIUGLIANO (NA) - Il fine settimana rappresenta un forte disagio per i residenti di via Lago Patria e Varcaturo. Capita spesso che i cittadini segnalino problemi alla rete idrica, restando così per ore senza acqua; una situazione al limite della sopportazione in queste giornate dove il termometro ha raggiunto una temperatura così elevata.
Quando la condotta comunale fa capricci, i residenti sono costretti a pagare venditori di acqua, che riempiono serbatoi al costo di 30 euro.
La zona costiera di Giugliano subisce infatti l’annosa questione del sovraffollamento; con l’arrivo della stagione estiva e con l’apertura dei lidi turistici, dai rubinetti non scorre che un filo d’acqua.
La condotta comunale, a detta dei cittadini, è completamente fatiscente e non risponde alle esigenze di una popolazione così ampia.
La stagione estiva diviene, dunque, ogni anno sinonimo di mancanza di acqua. A provocare la drastica riduzione della pressione sono anche le troppe dispersioni nella condotta.
In settimana i residenti sono stati ricevuti nella casa comunale di Giugliano per fare il punto della situazione sull’emergenza acqua.
In questa occasione è stato garantito alla cittadinanza di Varcaturo e Lago Patria che la questione sarà controllata dai tecnici della Regione e del Comune, mediante alcuni sopralluoghi.
Se la rete idrica continuasse ad avere disagi, ai residenti toccherà pagare a spese proprie serbatoi interi. “E io pago..” diceva Totò in un suo celebre film

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©