Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Toccati per ora solo una minoranza dei lavoratori

Per il sisma, buste paghe azzerate per il recupero delle tasse


Per il sisma, buste paghe azzerate per il recupero delle tasse
01/10/2012, 09:06

REGGIO EMILIA - Gli allarmi delle scorse settimane lanciati dai sindacati sono caduti nel vuoto. E così adesso è successo: a settembre un migliaio di lavoratori residenti nelle zone colpite dal sisma (quelli che ricevono la busta paga anticipata di qualche giorno rispetto all'ultimo del mese) hanno avuto una busta paga quasi azzerata, dato che hanno pagato in una sola tranche tutti i prelievi Irpef, il cui pagamento è stato sospeso solo fino al 30 settembre (poi prorogato fino al 30 novembre, ma non per tutti, come detto). 
La Cgil denuncia il problema, che rischia di presentarsi tra due mesi ed aggravato: sia perchè riguarderà tutti gli altri dipendenti dei 70 comuni colpiti dal sisma, sia perchè riguarda due mesi in più di prelievi Irpef. I sindacati chiedono che il recupero sia fatto in maniera più graduale, in modo da evitare che intere famiglie si trovino in effetti private di una mensilità intera. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©