Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Assicurate anche bombe magnetiche ed esplosivi

Per Wikileaks l'Iran fornì armi chimiche ai miliziani iracheni


Per Wikileaks l'Iran fornì armi chimiche ai miliziani iracheni
23/10/2010, 15:10

Wikileaks ha da poco diffuso i documenti riservati Usa per la guerra in Iraq e, secondo le carte, l'Iran fornì armi chimiche ai miliziani iracheni per colpire obiettivi civili e militari americani. In particolari, sarebbero stati ritrovati dei razzi di realizzazione iraniana contenenti agenti "neuroparalizzanti" che, se sprigionati, sono capaci di agire sul sistema nervoso della vittima proprio come il veleno di un serpente.
Considerando quanto si legge sul quotidiano inglese "The Telegraph", il 17 gennaio 2006, un gruppo di miliziani riuscì ad assicurarsi ben 50 dei succitati razzi  da 82 mm. La transazione avvenne nella località di 
Ash Shamiyah; nel cuore pulsante dell'Iraq. In particolare, all'interno di un documento, si legge che "Le munizioni arrivano dall'Iran, via Bassora". Oltre ai missili, però, gli iracheni avrebbero anche fornito bombe magnetiche da piazzare sotto le autovetture, esplosivo da utilizzare per gli attacchi lungo le strade e fucili e, come si legge testualmente sul New York Times, "i documenti chiariscono il fatto che lo scontro letale tra le milizie sostenute dall'Iran e le forze americane è continuato anche dopo che il Presidente Obama ha cercato di avviare un dialogo con i leader iraniani e ha confermato l'accordo tra Stati Uniti e Iraq per ritirare le truppe americane dall'Iraq entro la fine del 2011".

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©