Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Bassolino, Pansa e Catenacci tra gli indagati

Percolato in mare: chiuse le indagini sul disastro


.

Percolato in mare: chiuse le indagini sul disastro
28/12/2011, 15:12

NAPOLI- Sono ben 41 gli avvisi di chiusura indagini, dei quali 4 andranno sicuramente sui libri di storia. Parliamo dell’ex governatore Antonio Bassolino, l’ex prefetto di Napoli Alessandro Pansa e l’ex commissario straordinario per l’emergenza rifiuti Corrado Catenacci e l’ex vice di Guido Bertolaso, Marta di Gennaro. Tutti personaggi di spicco delle istituzioni e della politica, contro di loro accuse gravissime da parte dei PM Noviello e Sirleo che ipotizzano i reati di associazione a delinquere, falso e disastro ambientale. Secondo le indagini gli indagati avrebbero fatto smaltire il percolato prodotto negli impianti di cdr direttamente in mare. Per ben tre lustri il disastro ambientale dei rifiuti è stata la normalità per Napoli e la Campania. In una situazione di tale degrado e menefreghismo istituzionale è potuta nascere la gestione illegale, figlia di un malcostume generalizzato che i giudici hanno portato finalmente alla luce.

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©