Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Perde la gara di nuoto e viene rasato a zero per punizione


Perde la gara di nuoto e viene rasato a zero per punizione
03/11/2012, 13:06

Perde la gara di nuoto e così, per punizione, viene rasato a zero. Succede a Locarno, ad un ragazzino di 11 anni. I suoi compagni di squadra, supervisionati dai 3 istruttori, decidono di rasargli la testa “come agli ebrei”, lasciandogli disegnata una croce.

La vicenda shock è riportata dal Giornale di Vicenza. L’episodio è stato denunciato alla Procura dai genitori del ragazzo. Ora gli istruttori sono indagati per abuso di mezzi di correzione, ma si dicono certi di poter dimostrare la propria innocenza. L’episodio però non sembra essere isolato, infatti, un altro atleta avrebbe presentato una denuncia contro i tre istruttori per minacce.

Commenta Stampa
di Claudia Annunziata
Riproduzione riservata ©