Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

PERDE LA VITA PER UNA LITE SFOCIATA IN SPARATORIA


PERDE LA VITA PER UNA LITE SFOCIATA IN SPARATORIA
29/11/2007, 09:11

E' morto nelle scorse ore Umberto Improta, 25enne vittima di un raid punitivo a San Giorgio a Cremano.
I sanitari dell'ospedale 'Loreto Mare' hanno fatto il possibile per tenere in vita il giovane, ma il colpo di arma da fuoco che gli ha trapassato la testa, danneggiando il cervello in modo irreversibile, non ha permesso di intervenire chirurgicamente.
Secondo la sorella, Improta ''non ha preso parte ad alcuna rissa, ne' vendeva droga''.

L'episodio che ha provocato la morte del giovane è avvenuto a seguito di una lite tra gruppi di giovani. La persona arrestata per l'aggressione ha rischiato il linciaggio.
Quando il ragazzo è stato ricoverato ieri all'ospedale Loreto Mare di Napoli era già in condizioni disperate; dopo ore di rianimazione e valutazioni cliniche è stato valutato come impossibile l'intervento per il ragazzo che già dalle ore del pomeriggio di ieri era stato dichiarato clinicamente morto.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©