Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Perdifumo (Sa), sequestro di botti proibiti


Perdifumo (Sa), sequestro di botti proibiti
14/12/2011, 11:12

Nell’ambito di un piano di intensificazione dei controlli in materia di contrasto alla commercializzazione abusiva di materiali esplodenti in vista delle prossime festività natalizie, i finanzieri della Compagnia della Guardia di Finanza di Agropoli hanno fermato a Perdifumo (SA) un’autovettura sospetta, guidata da un pensionato di 66 anni, già noto alle Forze dell’Ordine.

Dal controllo all’autovettura è emerso che l’anziano stava trasportando nel bagagliaio un ingente quantitativo di fuochi pirotecnici, probabilmente destinati alla Festa di Santa Lucia di un comune cilentano. La successiva perquisizione domiciliare eseguita nell’abitazione dell’anziano ha consentito di sequestrare altro materiale esplodente.

Al termine delle attività, il sessantaseienne è stato denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica di Vallo della Lucania (SA) per ricettazione, trasporto e detenzione abusiva di materie esplodenti.

Complessivamente, sono stati sequestrati 111 fuochi artificiali, in parte di manifattura artigianale e tutti privi di marcatura “CE” in materia di sicurezza prodotti, aventi un peso complessivo di oltre 105 chilogrammi.

Sequestrata anche l’autovettura utilizzata per il trasporto dei fuochi d’artificio.

All’anziano è stata ritirata la patente e la carta di circolazione del veicolo impiegato, a seguito della contestazione di gravi violazioni al Codice della Strada derivanti dal trasporto illegale di prodotti pericolosi, che oltre alla pesante sanzione pecuniaria prevedono la sospensione da due a sei mesi della licenza di guida e della circolazione del mezzo.

Proseguono a tappeto, su tutto il territorio della provincia di Salerno le indagini delle Fiamme Gialle volte a disvelare ulteriori stoccaggi abusivi di fuochi pirotecnici proibiti, finalizzate ad eliminare dal mercato ordigni potenzialmente capaci di causare gravi e permanenti danni alle persone.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©