Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

“Il nuovo miracolo italiano: 6 mesi nelle tende"

Perdonanza, protesta dei terremotati al passaggio dei politici


Perdonanza, protesta dei terremotati al passaggio dei politici
28/08/2009, 20:08

Si è svolto oggi a L’Aquila il corteo della Bolla della 715/a Perdonanza Celestiniana. Al passaggio della parte politica del corteo con in testa i rappresentanti locali, alcuni terremotati hanno inscenato una protesta cercando di riportare i riflettori sulle proprie condizioni, dopo gli slogan elettorali che, a conti fatti, si sono dimostrati essere molta propaganda e insufficiente concretezza. Una parte del pubblico, però, ha applaudito al passaggio di Bertolaso. “Siamo determinati nel rispettare le scadenze, - ha affermato Guido Bertolaso, per il 25 settembre vorremmo consegnare le prime case antisismiche mentre entro il 15 speriamo di consegnare il villaggio di Onna”.
 
Protesta a parte, il corteo è stato seguito con grande commozione da migliaia di persone. In lacrime il sindaco Massimo Cialente, a sua volta commosso dai pianti della quasi totalità delle numerose persone che hanno assiepato la Villa Comunale e il viale di Collemaggio. La Porta Santa è stata aperta oggi da Tarcisio Bertone, Segretario di Stato della Santa Sede, dopo la lettura della Bolla del Perdono da parte del sindaco. . Sarà possibile ottenere l'indulgenza, "sinceramente pentiti e confessati", sino a domani sera, quando la porta santa della basilica di Collemaggio sarà chiusa dall'Arcivescovo dell'Aquila, Giuseppe Molinari.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©