Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Resta il processo per la controdenuncia della ragazza

"Perdono giudiziale" per Ruby per il furto di un bracciale


'Perdono giudiziale' per Ruby per il furto di un bracciale
07/03/2012, 16:03

MESSINA - "Perdono giudiziale": questa la decisione del giudice del Tribunale dei minori su un processo che vedeva Karima El Marough - meglio nota col nome di Ruby Rubacuori - accusata del furto di un bracciale. I fatti risalgono al 2009, quando la ragazza viveva in una comunità a Messina, aveva 17 anni e lavorava presso un centro estetico, prima di trasferirsi a Milano. E fu proprio la titolare del centro estetico, Ester Fragata, a denunciare la marocchina per furto. E oggi il giudice ha deciso per il perdono giudiziale, previsto dalla legge per i minorenni; insomma una sorta di: "Puoi andare, ma non farlo più".
Diversa è la versione della marocchina sull'accaduto. Secondo quanto lei denunciò all'epoca, il furto del bracciale fu una falsa denuncia per nascondere quello che realmente era accaduto: la Fragata le aveva presentato un avvocato suo amico, che tentò di violentarla. Per questo a maggio partirà un processo contro la proprietaria del centro estetico.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©