Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L’autopsia escluderebbe l’ipotesi di violenza sessuale

Perugia: ad uccidere Elisa sarebbe stato il freddo


Perugia: ad uccidere Elisa sarebbe stato il freddo
02/02/2011, 20:02

PERUGIA – Sono ancora molti, moltissimi, i buchi neri della vicenda che ha portato alla morte la studentessa di Città di Castello, Elisa Benedetti, il cui cadavere è stato rinvenuto lunedì mattina, in una zona boscosa nei pressi di Perugia.
Insufficienza cardiorespiratoria causata dal freddo. Sarebbe questo, secondo l’autopsia compiuta dal medico legale, Antonella Verdelli, il motivo del suo decesso.
Per avere un quadro clinico, ancora più preciso, bisognerà però attendere l’esito degli esami tossicologici. Solo allora, sarà infatti possibile chiarire con certezza, la presenza o meno di altre concause che hanno accellerato la sua morte. L’esame autoptico avrebbe escluso anche l’eventuale violenza sessuale. La 25enne, aveva infatti chiamato il 112 dicendo di essere stata violentata.
Al vaglio anche la testimonianza della persona che ha parlato con lei per l’ultima volta. "Ha suonato il clacson ed è rimasta in macchina. Io sono sceso e quando le ho chiesto se avesse bisogno di aiuto lei mi ha risposto di aver sbagliato casa".

Commenta Stampa
di Dario Palladino
Riproduzione riservata ©