Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L’uomo aveva avuto un incubo ed urlava “Mi stanno rapinando”

Perugia, pugnala il compagno credendolo un ladro


Perugia, pugnala il compagno credendolo un ladro
11/11/2011, 17:11

PERUGIA – “Mi stanno rapinando” E’ la frase urlata da un uomo, un perugino di 31 anni,  durante  un incubo avuto mentre si è addormentato sul divano di casa.

Frase che gli è costata cara: la compagna 29enne impaurita ha impugnato un coltello da guerra, che i due tengono vicino al letto proprio per timore dei ladri, e al buio pensando di colpire gli aggressori ha invece pugnalato il compagno. Solo dopo si è accorta dell’errore e, immediatamente, ha chiamato i soccorsi.

L'uomo ha riportato ferite da taglio alla base posteriore del collo, alla testa e alle dita delle mani. La compagna è stata, invece, denunciata per lesioni gravi e il pugnale da guerra è stato sequestrato dalla polizia.

Quando gli agenti sono arrivati sul posto, entrambi hanno fornito la stessa singolare ricostruzione dell'accaduto.

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©