Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Ramificata in tutto il Centro, sequestrati beni per 10 mln

Perugia, scoperta banda collegata ai Casalesi: 16 arresti


Perugia, scoperta banda collegata ai Casalesi: 16 arresti
14/09/2011, 15:09

PERUGIA - Una banda con alle spalle il potentissimo clan dei Casalesi. Un'organizzazione così potente da controllare i traffici illeciti in buona parte del centro dell'Italia. Truffa aggravata, riciclaggio, bancarotta fraudolenta, emissione e utilizzo di fatture per operazioni inesistenti, con l'aggravante del metodo mafioso. Sono le accuse formulate ai danni della consorteria criminale con base operativa a Perugia, diretta da cittadini campani lì residenti e collegati con alcuni esponenti del clan camorristico dei Casalesi. Sedici persone sono finite stamattina in manette, in un'operazione congiunta di carabinieri del Ros, dei comandi territoriali dell'Arma e del Gico della Guardia di Finanza di Perugia e Firenze. L'operazione, chiamata 'Apogeo', ha sgominato una banda che operava in Umbria, Toscana, Marche, Veneto, Campania e in altre zone del territorio nazionale. I carabinieri del Ros hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Perugia, su richiesta della locale Direzione distrettuale antimafia. La Guardia di Finanza ha invece eseguito un provvedimento di sequestro preventivo di beni mobili ed immobili, tutti riconducibili all'organizzazione criminale indagata, per un valore stimato di oltre 100 milioni di euro. Dalle indagini è emerso che il gruppo operava su due distinti fronti, tra loro collegati: investiva nel circuito economico delle aree d'influenza ingenti capitali della camorra, creando o acquisendo società dei settori alberghiero, della ristorazione e dell'edilizia, molte della quali con sede inesistente o fittiziamente collocata all'estero; acquisiva attività imprenditoriali in difficoltà finanziarie che, una 'svuotate' della loro sostanza economica, venivano utilizzate per truffe ai danni di fornitori, false fatturazioni per operazioni inesistenti e distrazioni di capitale, fino a condurle al fallimento.

Commenta Stampa
di daga
Riproduzione riservata ©