Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

Ha accusato un rom che aveva litigato col fratello gemello

Pescara: 24enne ucciso a colpi di pistola, forse per errore


Pescara: 24enne ucciso a colpi di pistola, forse per errore
02/05/2012, 09:05

PESCARA - Domenico Rigante, 24 anni, di Pescara, è stato ucciso da un colpo di pistola nella notte. L'uomo, che già in passato aveva avuto problemi con la giustizia, è stato centrato ad un fianco da un proiettile; è stato portato in ospedale, ma lì è morto. Prima di questo, parlando con la Polizia, ha accusato un rom, di cui ha dato anche il nome, di avergli sparato. SI tratta di una persona con cui il fratello gemello di Domenico, Antonio, aveva litigato la settimana scorsa. Prima di separarsi, il nomade l'aveva minacciato di ammazzarlo. Il sospetto degli inquirenti è che l'obiettivo fosse proprio Antonio e che l'assassino abbia solo sbagliato persona, ingannato dalla somiglianza tra i due.
Naturalmente, si dovrà anche verificare se ci sono prove sulle responsabilità del rom accusato, dato che non basta una dichiarazione - per di più non ripetibile - per mandare in galera qualcuno.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©