Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Fatturava 100, ma registrava 10, per frodare il fisco

Pescara: smascherato idraulico che ha evaso un milione di euro


Pescara: smascherato idraulico che ha evaso un milione di euro
04/05/2012, 15:05

PESCARA - Il metodo era semplice: si faceva una fattura regolare al cliente; poi, al momento di registrarla, veniva sistematicamente "dimenticato" uno zero, registrando così solo un decimo degli incassi. In questa maniera il titolare di una ditta di impiantistica idraulica dal 2007 ad oggi aveva evaso le passe per ingenti cifre. La Guardia di Finanza di Pescara, che ha scovato l'idraulico evasore, gli ha sequestrato anche tre immobili, una trentina di conti correnti e una Ferrari, per un valore totale stimato intorno al milione di euro.
C'era anche un tocco di "genio", per l'idraulico, che investiva i soldi non pagati allo Stato in prodotti assicurativi e finanziari intestati a familiari e prestanome; prodotti che servivano come garanzia per i conti correnti della società che erano sempre in rosso o comunque con pochi soldi. Trucchetto che comunque non gli è servito ad evitare il cosiddetto "sequestro dell'equivalente": in base ad una legge del 2008, chi evade il fisco può subire il sequestro di beni a copertura della somma asseritamente evasa; sequestro che diventa confisca se non paga le multe relative.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©