Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Pescara, sventato tentato rapimento, arrestati i colpevoli


Pescara, sventato tentato rapimento, arrestati i colpevoli
11/02/2009, 15:02

Sono stati i carabinieri a sventare un'estorsione, a Citta' Sant'Angelo (Pescara) e ad arrestare gli autori. In manette sono finiti Marco Gasbarro, 33enne, e Ivano Matticoli, 30enne, entrambi residenti a Montesilvano. I due hanno costretto un uomo di Citta' Sant'Angelo, dietro violenze e minacce, a consegnare 5.000 euro, gli hanno dato appuntamento in paese e al momento della consegna del denaro sono intervenuti i carabinieri che hanno bloccato gli estorsori. La vicenda e' cominciata nei giorni scorsi quando la vittima dell'estorsione ha prelevato un furgone per conto di un vicino di casa, che si trovava agli arresti domiciliari e non poteva occuparsi di questa commissione. Proprio con quel furgone il detenuto sarebbe evaso dagli arresti domiciliari e gli uomini che avevano effettuato la consegna del mezzo se la sono presa con la persona a cui avevano dato le chiavi. Lo hanno minacciato di morte, picchiato e tentato di rapirlo per poi rilasciarlo chiedendogli del denaro. Si sarebbero accontentati di 5mila euro, a fronte dei 10mila inizialmente richiesti. Quando hanno minacciato il poveretto di rapire la moglie, l'uomo si e' rivolto ai carabinieri di Citta' Sant'Angelo, diretti da Arturo D'Addona, che si sono presentati con lui all'appuntamento con gli estorsori. Nella macchina dei due sono stati trovati un'ascia e arnesi da scasso.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©