Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

PESCHERECCIO ITALIANO INTERCETTATO IN ACQUE LIBICHE: NON SI HANNO NOTIZIE


PESCHERECCIO ITALIANO INTERCETTATO IN ACQUE LIBICHE: NON SI HANNO NOTIZIE
02/08/2008, 16:08

Un peschereccio di Mazara del Vallo, nel trapanese, con sei persone a bordo, è stato affiancato stamattina da motovedette libiche a 20 miglia dalla costa libica. Dell'equipaggio, composto da quattro italiani e due tunisini, non si hanno più notizie. I motivi dell'avvicinamento sono ancora sconosciuti. "Il motopesca italiano era regolarmente abilitato alla pesca mediterranea - hanno fatto sapere dalla Capitaneria di Porto - per cui non commetteva violazioni nell'essere così vicino alle coste libiche". Nel febbraio scorso il motopeschereccio di Mazara del Vallo "Vito Manciaracina" era stato sequestrato dalle autorità libiche, per ragioni inerenti alla violazione delle acque territoriali libiche. L'equipaggio, composto da otto uomini, rimase in stato di detenzione a Tripoli per più di un mese e la situazione fu sbloccata dopo l'intervento diplomatico del governo italiano direttamente presso il leader libico Muammar Gheddafi.

Commenta Stampa
di Serena Grassia
Riproduzione riservata ©