Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Tosti: "Ricorrerò a Strasburgo, se necessario"

Pg della Cassazione: "Licenziamo il giudice anti-crocefisso"


Pg della Cassazione: 'Licenziamo il giudice anti-crocefisso'
09/02/2011, 09:02

ROMA - Luigi Tosti non può più far parte dell'Ordine Giudiziario: è quanto chiede il Procuratore Generale della Cassazione Pasquale Ciccolo, nel chiedere alla Corte di respingere il ricorso presentato dal Giudice impegnato da anni in una battaglia di principio. Infatti Tosti è stato soprannominato "il giudice anti-crocefisso" perchè tra il maggio e il luglio 2005 si era rifiutato di trattare 15 udienze perchè in aula era presente il crocefisso. Per questo erano iniziati contro di lui un procedimento penale per omissione di atti d'ufficio ed uno disciplinare. Quello disciplinare è davanti alle Sezioni Unite della Cassazione, appunto; quello penale si è concluso con una assoluzione perchè il fatto non sussiste.
Dopo la richiesta del Pg, le Sezioni Unite hanno un mese di tempo per depositare la sentenza con le relative motivazioni. Ma il Giudice Tosti (nomen omen? ndr) non intende fermarsi: "Sono pronto a ricorrere alla Corte di Strasburgo se non avrò giustizia dalla Cassazione. Non si può imporre a nessuno di subire una manifestazione di fede come quella dell'ostensione del crocefisso. Sono stato assunto in servizio in un tribunale laico e non ecclesiastico. La mia battaglia di libertà e laicità proseguirà nelle sedi opportune qualora il mio ricorso non dovesse essere accolto dalle sezioni unite".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©