Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

Memoria a rischio con più di 2000 kcal al giorno

Più mangi, meno ricordi


Più mangi, meno ricordi
13/02/2012, 17:02

Più calorie si assumono a tavola, più aumenta il rischio di creare danni al cervello. A risentirne sarà soprattutto la memoria. Questo il risultato di un recente studio condotto alla Mayo Clinic di Scottsdale in Arizona. Gli individui, tra i 70 e gli 80 anni, sui quali è stata condotta la ricerca sono stati divisi in tre gruppi a seconda dell’apporto calorico giornaliero assunto. La probabilita' di riscontrare una condizione di lieve declino cognitivo era addirittura piu' del doppio nel gruppo che mangiava di piu'. Superare a tavola le 2.000 calorie giornaliere non crea, quindi, solo problemi con la bilancia, ma anche con i propri ricordi. Con una tale quantita' di calorie, raddoppia il rischio di perdita di memoria e l'insorgenza di declino cognitivo, a partire dai 70 anni, aumentando la probabilità di una demenza senile che può anche sfociare verso l’Alzheimer.

 

Commenta Stampa
di Marina Ciaravolo
Riproduzione riservata ©