Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Piano Sud: Vaccaro (Pd), improponibile come tesina di liceo


Piano Sud: Vaccaro (Pd), improponibile come tesina di liceo
26/11/2010, 15:11


ROMA - «Trovo sconcertante che a questo Governo siano serviti due anni per scrivere un Piano per il Sud di 30 pagine vecchio, pasticciato e inadeguato. Improponibile anche come tesina di economia dello sviluppo al liceo. Non c’è un numero, nessuna statistica, figuriamoci un’analisi. Non c'è una novità definibile tale. I contratti istituzionali sono la versione rivista delle intese istituzionali e della programmazione negoziata degli anni ‘90. L'attenzione alla sicurezza è l'unico punto positivo anche se somiglia a un’azione che ci riporta al Programma Operativo Sicurezza dei quadri comunitari di sostegno degli anni passati. Surreale è la pretesa di arginare l'esodo biblico di migliaia di giovani diplomati e laureati (dati Svimez lo confermano) con tre soli centri di eccellenza. Per quel che riguarda la Banca del Sud, sono anni che la cerco per diventare un suo correntista, ma non la trovo. Riguardo i rifiuti, nessuna norma o sanzione dura è prevista per gli amministratori che non evitano gli sprechi, e la depurazione delle acque e il ciclo dei rifiuti al Sud restano due settori che continueranno a divorare risorse pubbliche senza alcun beneficio per i cittadini. Infine, sulla banda larga e ultralarga, le hanno vendute al Nord da tempo e ora vogliono farci credere che al Sud faranno meglio. Siamo di fronte all’ennesimo, insulso, proclama dell’era berlusconiana, della quale tutti vedono il tramonto, fatta eccezione per Berlusconi e la sua accolita». Con queste parole Guglielmo Vaccaro, deputato campano del PD, dal sito di TrecentoSessanta, l’Associazione che fa riferimento a Enrico Letta.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©