Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Pianura, baby gang di rapinatori bloccata dalla Polizia


Pianura, baby gang di rapinatori bloccata dalla Polizia
09/09/2011, 11:09

Una banda di rapinatori composta da 4 giovani, di cui due minorenni, un 23enne ed un 26enne, stava seminando il terrore in città ma, grazie all’intervento della Polizia, è stata identificata e denunciata in stato di libertà, perché responsabile del reato di rapina aggravata plurima e scippo.

Gli agenti della sezione “Volanti” dell’Ufficio Prevenzione Generale e del Commissariato di Polizia “Pianura”, nel corso dei servizi di prevenzione e controllo del territorio, nel pomeriggio di ieri, a seguito della denuncia di un cittadino, che aveva assistito allo scippo di una catenina nel quartiere Fuorigrotta, hanno effettuato una serie di posti di blocco nel quartiere Soccavo e Pianura, indicato quale direzione di fuga dei malviventi.

In Via Livio Andronico, angolo Via Catone, infatti, gli agenti hanno notato uno scooter Honda Sh, a bordo del quale viaggiavano due giovani.

Dopo un breve inseguimento, i due giovani, parcheggiato lo scooter in un terreno abbandonato, hanno tentato di dileguarsi a piedi ma, sono stati raggiunti e bloccati.

I due giovani, uno di 16 e l’altro di 23 anni, condotti in Questura, hanno spontaneamente dichiarato d’essersi resi responsabili, nella giornata di martedì, con la complicità di altre due amici, della rapina di due scooter nel quartiere Posillipo nonché, nel pomeriggio di ieri, dello scippo di una catenina in oro, ai danni di una donna, nel quartiere Fuorigrotta.

I due, inoltre, asserivano d’aver già rivenduto ad un orefice, per la somma di €.35,00, la catenina appena scippata. Da accertamenti effettuati, i poliziotti sono riusciti a risalire all’oreficeria a cui i due si erano rivolti, recuperando la catenina. Attraverso una serie di riscontri effettuati circa le frequentazioni assidue dei due giovani, gli agenti sono riusciti ad identificare anche gli altri due complici di 17 e 26 anni. I due scooter sono stati restituiti ai legittimi proprietari, i due maggiorenni, dopo esser stati denunciati, sono stati rilasciati, mentre i due minori, dopo aver avvisato la competente A.G., sono stati affidati ai rispettivi genitori.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©