Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Clima di forte tensione dopo la morte di Federica

Pianura, calci e pugni contro gli autobus


.

Pianura, calci e pugni contro gli autobus
13/01/2011, 16:01

NAPOLI - Mezzi dell’Anm in transito nel quartiere accerchiati. Calci e pugni contro i bus. Minacce. La rappresaglia, a Pianura, scatta a 24 ore dalla tragica morte di Federica Iacono, la 15enne schiacciata dal bus mentre era intenta a scendere. Mentre gli automezzi stamattina sono stati bardati a lutto per il tragico incidente, l’odio dettato dalla rabbia dilaga: gruppi di giovani hanno tentato di assaltare i conducenti in transito nel quartiere della zona occidentale, seguendo una scia di violenza che fa piombare nella paura i dipendenti dell’azienda di trasporti. Rancore di chi è ancora accecato da una morte che sembra non avere un perché, e che in queste ore viene espresso anche sul social network Facebook nei confronti dell’autista dell’Anm. Un uomo – raccontano i suoi colleghi – ancora in forte stato di choc. Per la morte di una ragazzina su cui, secondo in molti, ci sarebbe l’ombra della tragica fatalità.

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©