Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Pianura, investe la moglie e poi le dà fuoco


Pianura, investe la moglie e poi le dà fuoco
11/02/2013, 14:20

Attimi di pura follia questa mattina nel quartiere napoletano di Pianura, dove in via Monti, a pochi passi dal centro storico di Pianura, un cinquantenne ha inseguito la moglie e dopo averla investita con la sua automobile l'ha  cosparsa di benzina e le ha dato fuoco. Secondo quanto al momento ricostruito dai carabinieri, la donna stava andando a lavoro come colf quando il marito l'ha inseguita e l'ha investita con la sua Fiat Tipo procurandole lesioni interne.

Ad assistere alla scena alcun passanti che, però, sono stati rassicurati dall'uomo. Li ha infatti convinti che non l'aveva investita intenzionalmente, che voleva solo parlarle, che l'avrebbe condotta in ospedale e che si sarebbe preso cura di lei. Ed invece, pochi metri più in là, l'ha fatta scendere dall'auto tirandola per i capelli, l'ha cosparsa di benzina e le ha dato fuoco. Al momento i carabinieri non sono riusciti a ricostruire il perché di tanta violenza. 

Lei Giuseppina Fraia, 52 anni, nel reparto di rianimazione dell'ospedale Cardarelli di Napoli, rischia la vita. Lui, il marito, Vincenzo Carnevale, 51 anni, nella caserma dei carabinieri rischia un fermo per tentato omicidio. Una sequenza violenta, quella di stamattina nel quartiere di Pianura dove il compagno ha prima investito e poi ha dato fuoco alla moglie. Al momento, l'uomo non avrebbe fornito ai militari un movente per l'aggressione. Litigavano spesso, quello sì. Ma non sembra esserci una causa scatenante, piuttosto il tutto sarebbe frutto di una forma di disagio, anche mentale, che l'uomo viveva; ad incidere il fatto che da tempo non aveva un lavoro. Giuseppina Fraia lavorava come domestica, ad ore; era conosciuta e ben voluta nel quartiere. Carnevale era noto alle forze dell'ordine per contrabbando. 

E' scattata la misura del fermo per tentato omicidio nei confronti di Vincenzo Carnevale, 51 anni, l'uomo che questa mattina, in via Vicinale Monti a Napoli, ha investito con la sua auto la moglie 52 enne, l'ha colpita a calci e pugni ed infine, dopo averla cosparsa di liquido infiammabile, le ha dato fuoco. L'uomo, dopo l'episodio, si è presentato negli uffici della locale stazione dei carabinieri, ammettendo le proprie responsabilità pur senza fornire alcuna spiegazione. La vittima, soccorsa dal personale del 118, è stata portata all'ospedale Cardarelli dove è ricoverata nel reparto di rianimazione in prognosi riservata: è in pericolo di vita avendo riportato ustioni sul 50% del corpo. L'auto utilizzata, una Fiat Tipo, con all'interno una bottiglia contenente residui di liquido infiammabile e un accendino, è stata sequestrata. Il fermato è stato associato al carcere di Poggioreale. 

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©