Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Bloccate zone del quartiere di Napoli durante la notte

Pianura: protesta dei cittadini a causa dei rifiuti in strada


Pianura: protesta dei cittadini a causa dei rifiuti in strada
10/04/2011, 12:04

NAPOLI - Esasperati dalla giacenza di rifiuti in strada, alcuni abitanti del quartiere Pianura di Napoli, hanno bloccato per diverse ore nella notte la zona in prossimità della  rotonda di via Montagna Spaccata, dove oggi sorge il monumento di Don  Giustino Russolillo,  fondatore dei Padri Vocazionisti,  che il mese prossimo sarà proclamato beato da Papa Ratzinger: la messa è stata messa  in calendario per il 7 maggio del 2011. Il quartiere in quel giorno sarà sicuramente meta di numerosi pellegrini che arriveranno da diverse parti del mondo. Si spera, quanto  meno che per quella data, i rifiuti saranno stati raccolti dalla strada. Ma ritorniamo alla cronaca di ieri sera:  alle 22 una quarantina di residenti hanno iniziato la protesta riversando in strada i rifiuti. Successivamente la manifestazione ha visto coinvolte un centinaio di persone. Nessun problema di ordine pubblico con la polizia presente sul posto ma difficoltà per la circolazione con il traffico bloccato a causa della spazzatura in strada. Nel frattempo l’assessore  L'assessore all'Igiene urbana della città, Paolo Giacomelli,  analizzando  il problema della spazzatura giacente in diverse zone periferiche del territorio  cittadino, parla di situazione in “lieve miglioramento”  . Secondo i dati dell’assessorato,  ieri la città,  ha potuto conferire complessivamente 1376 tonnellate (596 nella discarica di Chiaiano, 259 a Giugliano, 317 a Santa Maria Capua Vetere e 204 a Caivano) tale da consentire “un lieve recupero” delle giacenze che ora sono, secondo la stima del Comune, di circa 1500 tonnellate.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©