Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Pianura solidarizza con l'ex consigliere di AN: "domiciliari ingiusti"


.

Pianura solidarizza con l'ex consigliere di AN: 'domiciliari ingiusti'
21/03/2009, 12:03

Pianura scende in piazza per manifestare solidarietà nei confronti dell'ex consigliere comunale Marco Nonno, ai domiciliari dallo scorso mese di ottobre dopo 15 giorni trascorsi nel carcere di Secondigliano, perché coinvolto negli episodi di rivolta consumatisi nel quartiere durante le manifestazioni contro la riapertura della discarica. Un centinaio di persone tra amici, parenti, colleghi e semplici conoscenti, si sono date appuntamento davanti all'ingresso del cimitero, dando vita ad un corteo che ha sfilato fino all'abitazione di Nonno, affacciatosi al balcone per salutare la folla. La vicenda dell'ex consigliere di AN, che attualmente sconta una detenzione "preventiva" in attesa del processo che si terrà il prossimo 30 marzo, continua a dividere profondamente l'opinione pubblica. C'è chi, come il portavoce regionale dell'MpA Salvatore Ronghi, si espone in prima persona per difendere la posizione di Nonno e ritiene ingiusto il provvedimento dei domiciliari nei confronti di chi ha difeso le proprie idee e gli interessi del quartiere di Pianura, e chi invece è più incline ad appoggiare l'idea di un'opposizione alla riapertura della discarica da parte dell'ex consigliere comunale, motivata da interessi speculativi sull'edilizia abusiva. Ipotesi, quest'ultima, avanzata dalla Procura e che sembrerebbe trovare conferma nelle testimonianze rese da due "pentiti".

Commenta Stampa
di Francesca Pellino
Riproduzione riservata ©