Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Pianura, tre arresti per sfruttamento del lavoro nero


Pianura, tre arresti per sfruttamento del lavoro nero
07/09/2011, 11:09

i carabinieri della compagnia di bagnoli durante un servizio predisposto per il contrasto all’intermediazione illecita (il cosiddetto “caporalato”) e allo sfruttamento del lavoro hanno tratto in arresto in flagranza: un uomo di 39 anni, residente al vico sant’aniello, già noto alle forze dell'ordine; un uomo di  29 anni, residente al vico sant’aniello, già noto alle forzwe dell'ordine; un uomo di 26 anni, residente alla via provinciale napoli, già noto alle forze dell'ordine. nel corso del servizio, messo in atto da carabinieri della stazione di posillipo, del nucleo operativo di bagnoli e della stazione di pianura, i 3, titolari di una impresa abusiva operante per lavori edili e piccole ristrutturazioni, sono stati sorpresi su una rotonda di via montagna spaccata mentre reclutavano 2 giovani dello sri lanka per impiegarli come manodopera irregolare. con successive attivita’ e’ stato inoltre accertato che i cittadini extracomunitari, uno in possesso di permesso di soggiorno temporaneo e l’altro in attesa di regolarizzazione, erano impiegati in lavori di manutenzione all’interno di un terreno nel comune di telese (bn) in violazione alle norme relative all’orario di lavoro, senza le previste dotazioni di sicurezza, sottoposti a condizioni di lavoro degradanti e pagati in palese difformita’ rispetto ai contratti nazionali di categoria. si tratta dei primi arresti operati dopo l’entrata in vigore dell’articolo 603 bis del codice penale, introdotto il 13 agosto con il d.l. 13 agosto 2011, n. 138: "disposizioni per la stabilizzazione finanziaria", che prevede reclusione da 5 a 8 anni e sanzioni pecuniarie fino a 2.000 euro. gli arrestati sono stati tradotti nella casa circondariale di poggioreale.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©