Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Piazza degli Artisti, segnaletica sbagliata


Piazza degli Artisti, segnaletica  sbagliata
13/06/2010, 17:06

Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, continua imperterrito la sua indagine sulla segnaletica verticale ed orizzontale sbagliata presente nella città di Napoli e, in particolare, nel quartiere collinare del Vomero.
“ L’ultima “chicca” riguarda la segnaletica orizzontale e verticale presente nella centralissima piazza degli Artisti – afferma Capodanno -. Al centro della piazza si osserva ancora la striscia gialla che delimita la corsia riservata, richiamata anche dall’apposito segnale che indica la corsia riservata al traffico normale diretto da via Tino di Camaino a via Luca Giordano e la corsia riservata agli autobus dei servizi urbani di pubblico trasporto proveniente da via Luca Giordano e diretti in via Tino di Camaino ( foto allegata ).
“ Ma – precisa Capodanno - dal novembre 2008, vale a dire da quando è entrato in vigore il dispositivo di traffico che ha, tra l’altro, istituito alcune aree pedonalizzate in via Luca Giordano, il transito dei mezzi pubblici proveniente da detta arteria e diretto a via Tino di Camaino è stato abolito, senza evidentemente, però, provvedere a rivedere la segnaletica, destando così perplessità e dubbi tra gli automobilisti “.
“ Forse – ironizza Capodanno – pensando al possibile fallimento del nuovo dispositivo di traffico, si è voluta riservare la possibilità di poter tornare indietro, usufruendo così, alla bisogna, della vecchia segnaletica. Ma dopo più di un anno e mezzo è il caso di definire una volta e per sempre una segnaletica adeguata alla situazione di fatto, eliminando sia la striscia gialla che il cartello che indica la corsia riservata “.
“ Resta il fatto che, in base ad un’indagine, i cui risultati sono stati pubblicati di recente, condotta a campione da Assosegnaletica, un’associazione nella quale confluiscono i produttori di segnaletica stradale, la segnaletica stradale italiana sarebbe tra le peggiori d'Europa dal momento che un segnale su due non sarebbe a norma perché non conforme, obsoleto o scaduto – ricorda Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari - Nel capoluogo partenopeo la situazione sarebbe ancora più drammatica, dal momento che i segnali irregolari risulterebbero essere pari al 69%. In pratica 7 segnali stradali su 10 sarebbero irregolari “.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©