Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Nell'attentato morirono 17 persone.

Piazza Fontana: gip Milano archivia inchiesta su strage


Piazza Fontana: gip Milano archivia inchiesta su strage
30/09/2013, 18:30

MILANO - Il gip di Milano, Fabrizio D'Arcangelo, ha accolto la richiesta di archiviazione dell'ultimo capitolo giudiziario sulla strage di piazza Fontana presentata dai pm Maurizio Romanelli e Grazia Pradella. L'avvocato Federico Sinicato, incaricato dai familiari delle vittime del 12 dicembre 1969, si era opposto alla richiesta di archiviazione. Per prendere la decisione, arrivata ad un anno dall'udienza, il gip ha dovuto analizzare 120 faldoni e gli ultimi spunti investigativi. Arriva così a conclusione l'ultima inchiesta sull'ordigno che il 12 dicembre 1969 esplose nella sede della Banca Nazionale dell'Agricoltura, provocando la morte di 17 persone e il ferimento di altre 88. Prima di chiedere l'archiviazione, per due anni la Procura ha esplorato quattro nuovi spunti investigativi. Tra questi, la tesi della "doppia bomba", avanzata dal giornalista Paolo Cucchiarelli: un ordigno dimostrativo che avrebbe dovuto scoppiare dietro imput di un timer in un momento in cui la banca era chiusa, e un'altra bomba a miccia, piazzata "a insaputa del primo attentatore) proprio per uccidere.

Commenta Stampa
di Armando Brianese
Riproduzione riservata ©