Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Piazza Municipio, la modernità che distrugge la storia


.

Piazza Municipio, la modernità che distrugge la storia
08/05/2013, 17:08

NAPOLI - Si distrugge una città per costruirne un’altra, che dovrebbe essere più moderna.  Accade a Napoli, esattamente in piazza Municipio, dove sono in corso i lavori della metropolitana, per il ricongiungimento della linea 1 e la linea 6. Si va avanti con le ruspe e sembra che si tratti con indifferenza tutto ciò che sta venendo fuori dagli scavi. Picconate sulle mura aragonesi, mentre proprio in questi giorni è comparso anche uno scheletro sotto via Egiziaca a Forcella. In Piazza Municipio nel corso degli anni e dei lavori, spesso interrotti, sono venuti fuori antichi resti del porto romano, con il ritrovamento di imbarcazioni.  L’interruzione del ricongiungimento della Metropolitana era dovuto infatti al blocco della Soprintendenza, che giustamente doveva studiare e catalogare le opere pervenute. Un cantiere ricco di storia e di reperti, che ha azionato le ruspe per abbattere le mura Mentre le macchine sono in azione e continuano il proprio lavoro, viene da chiedersi se tutta la storia che è riaffiorata sia stata trattata e conservata con cura. I lavori devono andare necessariamente avanti, perché di tempo ne è trascorso. Ma non è mai troppo il tempo speso per recuperare l’antica storia di una città, che probabilmente in qualsiasi altra parte del mondo avrebbero trattato con guanti d’oro. 

Commenta Stampa
di Emmeggì Riproduzione riservata ©