Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Veniva picchiata e violentata da mesi

Picchia moglie 36enne e la obbligata a concedersi all'amico


Picchia moglie 36enne e la obbligata a concedersi all'amico
23/11/2011, 11:11

STIGLIANO - Una donna 36enne di Stigliano (MA) è stata trovata dai carabinieri, nella propia camera da letto, in stato di choc, con ematomi e ferite sanguaninti su braccia, mani e volto. A contattare i carabinieri è stata la stessa donna, dopo essere stata violentanta dal marito e da un suo amico. La storia di questa donna è raccapricciante, una storia di abusi e violenze che andava avanti da mesi. I carabinieri giunti sul posto pochi minuti dopo la telefonata della donna che ha permesso cosi ai militari di arrestare il marito 37enne, che aveva picchiato la moglie pochi minuti prima per poi obbligarla a concedersi ad un amico 41enne. Per i due uomini arrestati in flagranza, le accuse sono di violenza sessuale di gruppo, e per il marito, anche di maltrattamenti in famiglia. "Quando sono arrivati i carabinieri - ha spiegato il capitano Mennone - la donna piangeva, era sconvolta, non faceva altro che chiedere aiuto. I due, invece, entrambi pregiudicati per reati contro il patrimonio e contro la persona, si sono limitati ad aprire la porta, come se niente fosse". A rendere ancora più agghiacciante le vicenda, il fatto che in altre stanze, dormivano due bambini, i figli della coppia. La donna ha denunciato una serie di violenze e abusi sessuali anche di gruppo, a partire dal luglio scorso: in diverse occasioni, inoltre, è stata picchiata dal marito. Ora i carabinieri dovranno capire se anche i bambini sono vittime di queste violenze o se hanno mai sentito qualcosa.

Commenta Stampa
di Maurizio Abbruzzese Saccardi
Riproduzione riservata ©