Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il padre di uno di loro protesta per la denuncia:"Esagerati"

Picchiano disabile e si filmano col tablet, denunciati


Foto di archivio
Foto di archivio
29/10/2013, 17:48

MELE (GENOVA) - C'è da chiedersi cosa sia peggio: un bullo o il fatto che il genitore lo sostenga. 
La domanda non è campata in aria, dopo quello che è successo in una scuola media di Mele, in provincia di Genova. Qui due tredicenni hanno aggredito un loro compagno, 18enne disabile mentale, spingendolo a terra e prendendolo a calci, mentre altri due compagni di classe si sono messi a filmare l'aggressione col tablet dato in dotazione dalla scuola. Per fortuna è intervenuta una insegnante, che ha fermato i due aggressori e sequestrato tablet e smartphone. Ha avvisato anche il preside, il quale a sua volta ha chiamato i Carabinieri. 
I quattro non sono imputabili penalmente e quindi sono stati "condannati" a frequentare un corso di recupero con gli assistenti sociali. Una soluzione che non è piaciuta al padre di uno dei ragazzi: "Anch'io opero dentro una scuola e la vicenda poteva essere risolta con una tirata d'orecchie o al massimo con un provvedimento disciplinare".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©