Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sono accusati di aver male utilizzato i rimborsi pubblici

Piemonte: indagati 4 consiglieri regionali per peculato


Piemonte: indagati 4 consiglieri regionali per peculato
11/12/2012, 10:32

TORINO - Quattro consiglieri regionali del Piemonte - tutti capogruppi di gruppi "singoli", cioè formati solo da una persona, in consiglio - sono stati ufficialmente iscritti nel registro degli indagati, con l'accusa di peculato. Si tratta di Michele Giovine, dei "Pensionati per Cota" (già condannato in primo grado perchè ha presentato una lista di candidati dove tutte le firme erano false tranne la sua); Andrea Stara, di "Insieme per Bresso"; Maurizio Lupi, dei "Verdi Verdi"; Riccardo Nicotra, facente parte di un gruppo che esisteva solo nella precedente legislatura (le indagini partono dal 2008). 
Le indagini sono iniziate tre mesi fa, sulla scia della vicenda che nel Lazio ha coinvolto i capogruppi regionali del Pdl e dell'Idv. E vennero corroborate da una denuncia pubblica del deputato Pdl Roberto Rosso, a Telelombardia. Durante la trasmissione, Rosso parlò del caso di un consigliere regionale piemontese a cui erano state rimborsate le spese sostenute durante una settimana bianca. Partendo da questi dati, la Guardia di Finanza perquisì la sede della Regione per verificare i rimborsi, a chi venivano dati e cpme venivano utilizzati. Da questi controlli nasce l'iscrizione a registro degli indagati.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©