Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ritrovato un bazooka nei pressi del Tribunale di Reggio

Pignatone, probabile invio dei militari a Reggio


Pignatone, probabile invio dei militari a Reggio
05/10/2010, 21:10

ROMA - E' l'ennesima sfida che la criminalità organizzata ha rivolto alle istituzioni. L'invio di militari per contrastare il fenomeno potrebbe essere deciso, domani mattina, a Reggio Calabria, dal Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza. Il provvedimento sarebbe stato disposto in seguito al ritrovamento di un bazooka vicino al Tribunale, annunciato da una telefonata anonima, partita da una cabina telefonica, in cui sono state rivolte pesanti minacce al procuratore di Reggio Calabria Giuseppe Pignatone. L'Anm, rivolgendosi a Governo e Parlamento, chiede di non lasciare soli i magistrati: “basta delegittimazioni servono interventi per affrontare le vere emergenze”.
Secondo gli investigatori l'arma, ritrovata, era nascosta sotto un vecchio materasso lasciato lungo la strada. Del tipo "monouso" e di fabbricazione slava, era già stata utilizzata ed avendo una gittata lunga è utile per compiere attentati. Sono stati impegnati, oltre 750 tra poliziotti, carabinieri e finanzieri, nelle perquisizioni nei confronti di affiliati a cosche della ’ndrangheta. La cabina telefonica da cui è partita la telefonata è stata individuata nelle vicinanze del Consiglio regionale della Calabria.
Già a maggio scorso Pignatone era stato minacciato tramite una lettera. Sempre a Reggio Calabria lo scorso gennaio era stata fatta esplodere una bomba nei pressi della Procura generale, e ad agosto sotto casa del pg Antonio Di Landro.

Commenta Stampa
di Caterina Cannone
Riproduzione riservata ©

Correlati