Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Due capannoni sono abbandonati, cavi elettrici scoperti

Pineta Mirtina: insidie e pericoli nel parco giochi dei bambini


.

Pineta Mirtina: insidie e pericoli nel parco giochi dei bambini
26/04/2013, 12:47

ISCHIA (NAPOLI) - Nell’ottobre 2012 con le nostre telecamere a seguito di numerose segnalazioni pervenuteci da alcuni cittadini, ci recammo all’interno della pineta Mirtina di Ischia per denunciare la presenza di due capannoni abbandonati, uno dei quali semi crollato,  e nei quali rinvenimmo di tutto. Fazzolettini sporchi, profilattici usati, escrementi umani e rifiuti vari. Il tutto alle spalle, e quindi a pochi metri di distanza, da uno dei parco-giochi presenti in pineta. Ebbene, vergogne delle vergogne, a distanza di sette mesi da quella nostra denuncia giornalistica, all’interno della pineta “Mirtina” non è assolutamente cambiato nulla e i due capannoni continuano a costituire fonte di pericolo per i bambini che si recano a giocare sulle giostrine. Ma non è tutto perché, incredibile a dirsi, i pericoli per i più piccini sono presenti anche tra le stesse giostre. Infatti nei pressi dello scivolo tre grosse viti fuoriescono pericolosamente dal terreno rischiando di provocare la rovinosa caduta dei bambini. E cosa succederebbe se un bambino cadendo dovesse finire col corpo o col viso su queste viti? Accanto all’altalena, un altro pericolo per l’incolumità dei nostri figli e in modo particolare per quelli più piccini, è rappresentato da un palo di ferro conficcato nel terreno e che sino a qualche tempo fa evidentemente sosteneva un cestino dei rifiuti. Ma non è finita qui perché, proprio a due passi dal cavalluccio colorato e multi posto, abbiamo notato un faretto della pubblica illuminazione divelto con in bella mostra i cavetti elettrici. Quello che ci chiediamo stupiti è questo. Possibile che nessuno abbia notato questi pericoli di cui più mamme preoccupate ci hanno parlato? Cosa si aspetta per eliminarli, che si ferisca prima qualche bambino? Le situazioni di pericolo presenti nella pineta Mirtina, fanno il paio con la vergognosa mancanza, in alcuni casi, di vetri a norma nelle scuole ischitane. I genitori di Ischia sempre più pigri nel rivendicare i propri diritti, per quanto tempo ancora saranno disposti a tollerare situazioni di pericolo che mettono a rischio l’incolumità dei propri figli? Sarà questa la volta buona affinché si eliminino i pericoli presenti in pineta e dare una sistemata ai capannoni abbandonati tra le erbacce che divorano lo straordinario polmone di verde ischitano? Il sindaco Giosi Ferrandino e la sua Amministrazione, almeno questa volta, interverranno con sollecitudine? Stremo a vedere, ma una cosa è certa. Da parte nostra continueremo a vigilare e  a sollecitare un celere intervento delle Istituzioni competenti.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©