Cronaca / Droga

Commenta Stampa

L’assassino di Pasolini arrestato ad ottobre per droga

Pino Pelosi patteggia la pena e torna libero


Pino Pelosi patteggia la pena e torna libero
22/09/2009, 23:09

E’ tornato un uomo libero Giuseppe Pelosi, più noto come Pino la rana, responsabile dell’omicidio di Pier Paolo Pasolini, avvenuto nella notte tra l’1 e il 2 novembre 1975. Pelosi, assistito dall’avvocato Valerio Pannichelli, davanti al Gup del Tribunale di Tivoli (Roma) ha patteggiato 4 anni di reclusione e 18mila euro di multa, per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo era stato arrestato dai carabinieri di Orte nel 2005, quando fu trovato in possesso di 400 grammi di cocaina. Il procedimento fu spostato dalla procura della Repubblica di Viterbo a quella di Tivoli per competenza territoriale, visto che la piazza di spaccio si trovava a Setteville di Guidonia. In attesa del processo, Pelosi ha trascorso un anno nel Ceis di Viterbo, comunità di recupero per tossicodipendenti; altri due anni e mezzo li ha trascorsi in libertà provvisoria, sempre in attesa del processo. Nel marzo scorso è stato nuovamente arrestato, sorpreso a spacciare cocaina. Oggi, infine, la sentenza del Gup di Tivoli che ha decretato la pena espiata: grazie ai tre anni di sconto della pena dovuti all’indulto ed all’anno trascorso nella comunità, Pelosi ha saldato i suoi debiti con la giustizia.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©