Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Dall'impermeabile al cappotto, ecco come cambia il clima

Piogge per 48 ore, dal weekend arriva l'inverno

Tre o quattro giorni poi sarà freddo invernale

Piogge per 48 ore, dal weekend arriva l'inverno
28/11/2012, 19:17

ROMA - Dall'impermeabile indispensabile in questi giorni bisognerà presto passare al cappotto. Secondo i meteorologi la perturbazione che sta flagellando quasi tutta l'Italia in queste ore sarà l'ultima di tipo autunnale, e lascerà il posto al freddo tipicamente invernale. “Le piogge di questi giorni sono causate da un vortice che ha il suo centro sulla Sardegna - spiega Massimiliano Pasqui dell'Istituto di Biometeorologia del Cnr - e che rimarrà ancora per tre o quattro giorni, anche se con precipitazioni meno intense rispetto a quelle di oggi. Uno dei suoi effetti però sarà di portare molta aria fredda, che causerà un week end caratterizzato da un forte abbassamento della temperatura soprattutto nelle regioni del centro-nord, con neve anche sui rilievi più bassi, ma che interesserà anche il centro e in misura minore il sud. In un certo senso con oggi si può dire che finisce l'autunno”. Lo scenario è previsto anche dai meteorologi del sito 3bmeteo: “L'aria artica fino a primi di dicembre favorirà spruzzate di neve al Nord fino in collina - spiegano - ma a tratti anche in pianura tra Emilia e basso Piemonte; scenari pienamente invernali sulle Alpi dove oltre alla abbondante presenza di neve farà molto freddo con temperature sotto lo zero anche di giorno. Tornerà a nevicare anche sull'Appennino centrale fin sotto i 1300-1500m”. Il mese di novembre, sottolinea Pasqui, sarà probabilmente caratterizzato da precipitazioni sopra la media: “Ancora i calcoli non sono stati fatti, ovviamente, ma la sensazione è che si superi la media del periodo, anche se novembre è solitamente il mese più piovoso - spiega l'esperto - questa è la sesta perturbazione che interessa il nostro paese negli ultimi 30 giorni, e quest'ultima in particolare colpisce per l'estensione, visto che ha portato piogge praticamente in tutta l'Italia arrivando anche al sud. Ovviamente poi quando una perturbazione insiste su zone già colpite recentemente, come sta succedendo in queste ore - sottolinea Pasqui - i danni sono ancora più gravi, perché i territori interessati sono più vulnerabili”. L'arrivo di fenomeni climatici sempre più estremi in tutto il pianeta è stato sottolineato anche durante la conferenza in corso a Doha: “Il clima sta cambiando sotto i nostri occhi - ha sottolineato il segretario generale dell'Organizzazione meteorologica mondiale Michel Jarraud - e continuerà a farlo a causa dei gas a effetto serra”.

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©