Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il presentatore siciliano verrà dimesso domani

Pippo Baudo ricoverato ma tranquillizza: solo uno sbalzo di pressione


Pippo Baudo ricoverato ma tranquillizza: solo uno sbalzo di pressione
28/09/2011, 10:09

Mondo dello spettacolo in ansia per le condizioni di salute del noto presentatore Pippo Baudo, ricoverato ieri sera mentre era a casa di amici, - per un sospetto ictus. Il presentatore siciliano, subito soccorso dagli amici è stato portato d'urgenza all'ospedale Sant' Andrea di Roma. Pippo Baudo ha avvertito il malore intorno alle 20.30 quando, una volta arrivato in reparto, è stato sottoposto a una Tac: la prognosi  è una sospetta ischemia cerebrale. Pippo Baudo è rimasto sotto osservazione per l'intera notte ed è ancora ricoverato nella Stroke Unit del nosocomio capitolino. Ma l'assistente di Baudo tranquillizza: "Non si tratta di ictus".

Gia lo scorso luglio il presentatore siciliano era stato colpito da malore. Un abbassamento di pressione dovuto al calore della sua amata Sicilia: questo aveva portato Pippo Baudo a una visita di controllo in ospedale a Militello Val di Catania, dove era stato sottoposto ad esami e terapia. "E' tutto sotto controllo, mi sento già meglio - affermava a suo tempo Baudo - ho avuto un piccolo calo di pressione e, visto il grande caldo, ho preferito farmi farmi visitare".


Aggiornamento ore 10.35


Buone notizie per il presentatore. Secondo quanto si è saputo, sono state escluse conseguenze gravi. Si sarebbe trattato solo di uno sbalzo di pressione e il ricovero sarebbe solo una misura precauzionale decisa dal cardiochirurgo di Baudo, data l'età.
Non è escluso che già domani il presentatore possa tornare a casa sua.
Tra i primi a manifestare il suo appoggio morale al "Pippo nazionale", Fiorello, che su Twitter ha postato il messaggio: "Forza Pippo. Siamo con te e ti voglio nel mio show!". Quando ha appreso le buone notizie ha twittato: "Pare che sia in ripresa, forza Pippo!".

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare e Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©