Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

Bilancio da guerra nel 2012: 28 morti e 327 feriti

Pirati della strada: è di 3 morti il bilancio del weekend

Due ciclisti travolti a Ladispoli e Milano

Pirati della strada: è di 3 morti il bilancio del weekend
05/08/2012, 18:39

E' di tre morti il bilancio degli incidenti causati da pirati della strada, precisamente un pedone in Calabria, un  ciclista nel litorale laziale e un altro ignaro ciclista a Milano. La paura e la codardia di coloro che provocano incidenti tende a far scappare, e predere le tracce per non finire nei guai,  come ha tentato di fare un ragazzo di 22 anni neopatentato che è scappato dopo aver tamponato un'auto al casello di Genova Voltri, sull'A10. Nella fuga il 22enne ha investito un motociclista, ma poi e' stato inseguito e bloccato dalla Polstrada che ha denunciato il giovane e gli ha tolto la patente. Nella notte, invece, un romeno di 46 anni, che viaggiava sulla sua bicicletta, è stato investito e ucciso da un'automobilista pirata a Ladispoli, sul litorale romano, sul cavalcavia di via Palo Laziale. La vittima Š stata trasportata al posto di primo soccorso di Ladispoli ma, a causa dei numerosi traumi, è deceduta verso la mezzanotte. I carabinieri della Stazione di Ladispoli e della Compagnia di Civitavecchia hanno recuperato parti in plastica rimaste sull'asfalto riconducibili all'auto pirata. Intanto i vigili urbani di Reggio Calabria stanno ricercando un automobilista che la scorsa notte, in una via del centro, ha investito un pedone, provocandone la morte, per poi fuggire. La vittima si chiamava  Guglielmo Iamonte, di 37 anni. L'uomo è deceduto poco dopo il ricovero in ospedale. L'incidente non ha avuto testimoni, elemento che rende difficili le indagini per accertare l'identità del pirata della strada. A Milano un uomo di 79 anni è morto nel primo pomeriggio dopo essere stato travolto da un'auto il cui conducente non si è fermato per prestare soccorso. La vittima con la sua bicicletta stava attraversando la strada sulle strisce pedonali all'angolo tra via Gallarate e via Iona quando ‚ stato investito. Il pensionato Š stato soccorso e portato in ospedale ma è morto dopo poco. Le indagini per identificare il pirata della strada sono affidate agli agenti della Polizia locale di Milano. Secondo i dati raccolti dall'osservatorio il Centauro-Asaps (l'associazione sostenitori della Polstrada) gli incidenti con pirati della strada sono in costante aumento: il 2011 e' stato l'anno record con gli episodi segnalati (pirateria grave) aumentati del 45%, con 852 fughe dopo l'incidente rispetto alle 585 del 2010. Molte si riferiscono a scontri gravissimi che hanno causato 127 decessi, aumentati del 29% rispetto alle 98 vittime del 2010, e 995 feriti (+33%). Nei casi mortali il 35% dei pirati guidava in stato di ebbrezza e/o sotto l'effetto di stupefacenti. E nei primi mesi del 2012 l'Asaps ha gia'rilevato 248 episodi gravi, con 28 morti e 327 feriti.

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©