Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Pisani: " Vele di Scampia riconquistate dalla polizia municipale per operazione legalità "


Pisani: ' Vele di Scampia riconquistate dalla polizia municipale per operazione legalità '
02/03/2012, 14:03

Il presidente Pisani espone ai residenti l'operazione legalità nelle Vele, rassicura e calma gli animi e spiega ai giovani che “dopo vent' anni le Vele di Scampia finalmente saranno ‘presidiate e controllate’ dalla Polizia Municipale grazie all’operazione legalità e sicurezza. Benvenuta legalità, finalmente sono state accolte le nostre richieste. Oggi l’assessore Narducci ed il comandante Sementa, che ringraziamo, si sono resi conto personalmente della gravità della situazione non più tollerabile dalle istituzioni. Ora si devono abbattere le Vele per cancellare il degrado e l’illegalità e dare una dura risposta alla criminalità che va sfrattata da Scampia”.

Questa mattina maxioperazione della Polizia Municipale a Scampia guidata dal generale Sementa ed in compagnia dell’assessore alla Legalità del Comune Narducci, che sono stati accompagnati dal presidente della Municipalità Angelo Pisani nelle Vele di Scampia per censire e verificare la regolarità degli occupanti di tali strutture fatiscenti e pericolose per la pubblica e privata incolumità, oltre che simbolo di camorra e malessere.

Il blitz ha avuto luogo in conseguenza di alcuni esposti della Municipalità che ha chiesto a tutte le istituzioni ed autorità competenti il rispetto della legge “da sempre ignorata in queste strutture anche dal Comune di Napoli, per cui la nuova amministrazione ha voluto vederci chiaro per garantire sicurezza e vivibilità alla gente del quartiere” .

“I controlli a tappeto nelle Vele si sono estesi oggi su quella gialla e quella verde, per cui rimangono ancora da controllare le Vele celesti e rosse ancora più pericolose e fatiscenti, ma si è già avuta la pronta collaborazione dei cittadini – afferma Pisani, dopo aver spiegato ai residenti il motivo dell'operazione e la necessità di ripristinare un minimo di normalità -, i quali si sono dimostrati contenti di vedere le forze dell'ordine all'opera anche nelle loro case seppur abusive ubicate nelle Vele in attesa di nuove assegnazioni”.




Il presidente dell’Ottava Municipalità Angelo Pisani si dice “soddisfatto e tutelato come tutta la gente perbene per la maxioperazione guidata da Sementa e che ha visto impegnato anche l’assessore Narducci. Ben vengano costantemente I controlli per la necessità della Municipalità di vederci chiaro su quanto accade nel quartiere e sull’esigenza quindi di tutelate le persone oneste ed il patrimonio dell'amministrazione oltre che le regole e il diritto, soprattutto in previsione delle altre centinaia di case che il comune dovrà assegnare tra poco agli aventi diritto” .

“Ribadiamo - dichiara Pisani - che gli assegnatari onesti devono star tranquilli e non aver paura anzi, grazie alle verifiche di oggi, in cui la gente ha collaborato e quasi incredula in qualche caso ha applaudito per la presenza di tanta polizia verranno loro assicurati assistenza dalle istituzioni e servizi adeguati”.

“Questa è la prova - continua Pisani - che quando il Comune e la Polizia Municipale vogliono, sanno bene come agire. Ma i controlli non devono essere episodi isolati bensì costanti perché il territorio necessita di impegno concreto e quotidiano. La Municipalità sarà vigile in questo. Ora le Vele devono essere abbattute per la riqualificazione del territorio e per evitare che, dopo i controlli della Polizia, la criminalità ed il degrado ritornino per altri vent'anni”.

“Chiediamo, inoltre, che si faccia finalmente chiarezza anche sulla necessaria riqualificazione dei campi rom sul territorio i cui abitanti versano in condizioni igienico-sanitarie inammissibili in totale assenza dei servizi primari, mettendo a rischio la loro salute e quella dei residenti del quartiere. In secondo luogo ci preme anche che il mostro Vele venga abbattuto subito e fatto sgomberare, predisponendo sistemazioni anche temporanee per i residenti abusivi e non, per lasciare spazio ad una riqualificazione ex novo” - conclude Pisani.


Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©