Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Pisani davanti al GIP, la difesa non convince gli inquirenti


.

Pisani davanti al GIP, la difesa non convince gli inquirenti
06/07/2011, 11:07

Retroscena dell' interrogatorio per l’ex capo della squadra mobile di Napoli. Iniziato verso le 13, si è concluso intorno alle sette di sera. Le parole di Pisani passano al vaglio dei magistrati.

La durata dell'interrogatorio è spiegata dai legali con il fatto che Pisani è stato estremamente preciso nel chiarire la sua posizione.

Secondo le poche indiscrezioni trapelate, Pisani avrebbe spiegato che il boss Salvatore Lo Russo è stato un suo informatore e le notizie che questi gli forniva gli avrebbero consentito di realizzare importanti operazioni anticamorra. Quindi niente di illecito, ma un rapporto tra un poliziotto e un informatore che rientra nella più tradizionale attività investigativa: questa, in sintesi, la tesi della difesa.

Per quanto riguarda il rapporto con Marco Iorio, il proprietario della catena di ristoranti al centro dell'inchiesta sul riciclaggio, Pisani pur ammettendo il rapporto di frequentazione ha negato di averlo informato delle indagini in corso sul suo conto da parte della procura, precisando che molti erano al corrente dell'esposto anonimo che diede il via all' inchiesta e che pertanto molti potrebbero essere i responsabili della fuga di notizie.

Intanto Circa ottanta lavoratori dei ristoranti «Donna Margherita» e «Regina Margherita» di Napoli, hanno manifestato pacificamente nei pressi del ristorante «Regina Margherita» di via Partenope. Si tratta di camerieri, cuochi e impiegati che rischiano il posto di lavoro per il sequestro dei ristoranti. Su questo fronte la gestione dei ristoranti sarà affidata a personale qualificato scelto direttamente dall’ASCOM su richiesta del tribunale.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©