Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Nuove grane per l’amministrazione de Magistris

Pista ciclabile, la Procura apre un fascicolo d’inchiesta


.

Pista ciclabile, la Procura apre un fascicolo d’inchiesta
14/05/2013, 10:28

NAPOLI- Dopo le roventi polemiche sulla pista ciclabile cittadina e sulla scriteriata colorazione di un budello d’asfalto urbano che ogni tanto presuppone che il ciclista lieviti da terra, la Procura della Repubblica ha aperto un fascicolo d’inchiesta. I giudici vogliono vederci chiaro sia sui lavori che hanno portato alla realizzazione della pista, sia ai fondi europei spesi dal comune per realizzare l’opera che è, e resta la più discussa dell’era de Magistris. A guidare le indagini il PM Milena Cortigiano, coordinate dal procuratore aggiunto Nunzio Fragliasso. L’inchiesta è partita da alcune informazioni di reato giunte in procura relativamente alle modalità con le quali sono stati concepiti e realizzati i percorsi dedicati agli amanti delle due ruote. Le domande che si sono posti i giudici sono parecchie: si va dal rispetto delle normative urbanistiche, ai collaudi, fino alla sicurezza effettiva di una pista sulla quale in realtà cammina di tutto tranne le biciclette. Ma lo spaccato d’inchiesta sembra più profondo di quanto appare, e prospetta nuove grane per l’amministrazione guidata da Luigi de Magistris. Infatti dopo lo tsunami giudiziario che ha investito palazzo San Giacomo dal disastro Bagnoli fino all’ultima inchiesta sulle buche nel manto stradale, mancava all’appello solo la pista ciclabile per completare il quadro di una gestione che ha lasciato e lascia non poche perplessità proprio su modalità e finalità di alcuni progetti. La carta stampata locale addirittura sospetta la possibilità che i fondi europei stanziati per la realizzazione della pista ciclabile siano “stati ottenuti in maniera non esattamente lineare”; ma ovviamente queste sono delle ipotesi che se dovessero trovare conferma la palla passerebbe ai giudici della sezione reati contro la pubblica amministrazione, e quindi tornerebbe in pista il procuratore Francesco Greco.

 

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©